Quando si parla di igiene intima e igiene femminile, l’espressione parti intime femminili indica l’area al di sotto dell’ombelico compresa tra il punto in cui si trovano i primi peli pubici e le cosce (escluso l’interno della vagina).

La cute delle parti intime femminili richiede una cura speciale perché, proprio come quella del viso, è molto delicata e deve essere tenuta particolarmente pulita, ma con le dovute attenzioni. L’impatto di fattori come sudore, depilazione e secrezioni in questa parte del corpo fa capire quanto importanti siano l’igiene e la pulizia.

La vulva (insieme degli organi genitali esterni) è la componente più importante delle parti intime femminili e comprende le pieghe protettive delle grandi e delle piccole labbra, il clitoride e l’apertura vaginale. Fanno parte della vulva anche diverse ghiandole sebacee e i peli pubici. In quest’area si possono accumulare sudore e secrezioni.

L’area interna delle parti intime femminili è un ambiente umido per natura. Le secrezioni prodotte in modo naturale dal corpo mantengono idratate e pulite le parti intime, oltre ad assicurare il livello corretto di pH per proteggerle dai batteri e mantenerle sane.

Se è naturale che questo ambiente sia umido, una regolare routine igienica è però essenziale per prevenire la formazione dei cattivi odori causati dall’accumulo di batteri nocivi. L’umidità determinata dal sudore, inoltre, può provocare eruzioni cutanee, prurito e infezioni batteriche o fungine. L’utilizzo regolare di detergenti intimi è pertanto fondamentale.

Le caratteristiche delle parti intime femminili possono variare in base alla quantità di peli pubici, alle dimensioni e alla forma della vulva, e alla quantità di sudore e secrezioni prodotte. A seconda delle preferenze personali in fatto di epilazione (ceretta o meno), inoltre, diversi possono essere anche i tipi di irritazioni cui si è predisposte.

Nell’arco della vita di una donna, vari fattori possono influenzare la salute delle proprie parti intime. L’attività sessuale, l’utilizzo di determinati contraccettivi, il parto e la menopausa sono tutti aspetti che possono predisporre le donne a diversi tipi di irritazioni, infezioni e perdite anomale.

Tra di esse, la candidosi, un’infezione da lieviti, provoca prurito e indolenzimento delle labbra vaginali, oltre a secrezioni insolitamente dense e biancastre o inconsistenti e acquose. Le cause possono essere diverse, tra cui stress, dieta carente e utilizzo dello stesso assorbente o tampone per un periodo troppo prolungato. Un’altra infezione comune è la vaginosi batterica, i cui sintomi includono secrezioni grigiastre inconsistenti e dall’odore sgradevole. Per quanto non si tratti di una malattia sessualmente trasmissibile, è spesso innescata dall’attività sessuale.

Per proteggere le tue parti intime dalle infezioni e mantenere pulita e fresca questa parte del corpo, segui questi consigli per l’igiene intima quotidiana. Evita di usare regolarmente saponi e bagnoschiuma profumati, ma lavati due volte al giorno con un sapone specifico per l’igiene intima come il gel purificante per l’igiene intima Nuvenia. Dopo ogni visita alla toilette, usa salviettine per l’igiene intima come le salviettine purificanti per l’igiene intima Nuvenia. Raditi i peli pubici o depilati l’intera zona. Indossa infine ogni giorno dei proteggi-slip come Nuvenia Normal con formula ProSkin per mantenere fresche e pulite le tue parti intime.

Anche seguire una dieta sana e bilanciata è importante. Limitando l’assunzione di lieviti e zuccheri e bevendo molta acqua, non solo potrai ridurre le probabilità di contrarre la candida e altre infezioni intime, ma ti sentirai sicuramente molto più in forma.