Woman lying in bed wearing a shirt and lace pants that show her liner on

Anche se possono sembrarti allarmanti, spesso le perdite marroni non sono nulla di cui preoccuparsi.

Dopo le mestruazioni, a volte, alcune tracce di sangue restano all’interno della vagina e vengono poi espulse sotto forma di perdite. Preoccuparsi è normale, quando non si sa di che si tratta, ma le perdite (o spotting) marroni dopo il ciclo sono semplice muco vaginale saturato nel sangue vecchio.  Quando rimane più a lungo all’interno della vagina, infatti, il sangue assume una tonalità più scura: questo spiega lo spotting marrone. Comunque, se le perdite non hanno un odore forte e pungente, non dovrebbe esserci nulla di cui preoccuparsi.

Quando posso avere delle perdite marroni?

Lo spotting marrone può verificarsi a qualsiasi età e in qualunque fase del ciclo, ma è più frequente durante la gravidanza, quando si è attive sessualmente o si assumono contraccettivi ormonali. Anche se la tua situazione è diversa, probabilmente avrai comunque delle macchie marroni almeno una volta, quindi cerca di non preoccuparti.

È normale avere perdite marroni dense dopo il ciclo?

Le perdite marroni dopo il ciclo sono piuttosto frequenti. In genere scompaiono dopo circa due giorni, ma possono verificarsi anche in altre fasi del ciclo mestruale e avere una durata variabile. Anche la consistenza può variare: si va dalle perdite dense e scure a quelle chiare e leggermente sbiadite, il che può stupire. Ad ogni modo, è tutto perfettamente normale: si tratta semplicemente di residui di sangue vecchio rimasti nell’utero dopo le ultime mestruazioni. Se vuoi approfondire l’argomento per sentirti più tranquilla, leggi il nostro articolo sullo spotting tra un ciclo mestruale e l’altro.

Le perdite marroni possono avere cause diverse?

Il colore delle perdite può dipendere da vari fattori. Lo spotting marrone è del tutto normale (a meno che non sia accompagnato da altri sintomi o duri più di tre giorni) e di solito non c’è motivo di allarmarsi. Se però la cosa ti preoccupa, dovresti parlarne con il dottore o con tua madre, una parente o un’amica di cui ti fidi. Scoprirai che è capitato a tutte, almeno una volta!
 
Ecco alcune possibili cause delle perdite marroni occasionali: 
 

Sindrome dell’ovaio policistico (PCOS): 

La sindrome dell’ovaio policistico (PCOS) è molto frequente e altera la funzionalità delle ovaie. Ha diversi sintomi visibili, tra cui lo spotting marrone. Se hai perdite vaginali marroni accompagnate da condizioni come un ciclo imprevedibile o irregolare, peluria eccessiva o acne, dovresti rivolgerti a uno specialista e fare dei controlli per la PCOS.

 

Contraccettivi ormonali:

Quando si utilizzano contraccettivi ormonali, come la pillola anticoncezionale, l’impianto sottocutaneo o la spirale intrauterina (IUD), il corpo fa in modo di adattarsi ai nuovi livelli di ormoni prodotti. Le perdite marroni possono verificarsi nella fase iniziale o quando si passa da un metodo contraccettivo a un altro. Sono del tutto normali, perché il corpo deve adattarsi ai cambiamenti ormonali in atto, quindi cerca di non preoccuparti troppo. 
 

Perimenopausa:

La perimenopausa è il naturale processo di transizione del corpo verso la menopausa. In genere i sintomi iniziano a manifestarsi alcuni mesi (o addirittura anni) prima della menopausa vera e propria e possono proseguire per altri quattro anni. [1] In questo periodo la consistenza, il colore e l’aspetto delle macchie tendono a cambiare, perché il ciclo mestruale diventa sempre più irregolare fino a interrompersi del tutto.

 

Gravidanza: 

Le perdite marroni in gravidanza possono avere cause diverse, come ad esempio l’emorragia da impianto, né rara né preoccupante se avviene nelle prime quattro settimane. Il sanguinamento si verifica quando l’embrione, attaccandosi al rivestimento dell’utero, provoca la rottura di piccoli vasi sanguigni. In genere questo fenomeno avviene sette-dieci giorni dopo il concepimento ed è uno dei primi segni della gravidanza.
 
Potrà sembrare allarmante, ma nella maggior parte dei casi non c’è alcun bisogno di preoccuparsi del sanguinamento o delle perdite in gravidanza. Se hai comunque bisogno di tranquillizzarti, rivolgiti a un medico per avere maggiori informazioni sui tuoi sintomi.
 

Infezioni sessualmente trasmesse:

Se associate ad altri sintomi, le perdite marroni prima dell’inizio delle mestruazioni possono segnalare la presenza di un’infezione sessualmente trasmessa (IST), come la clamidia o la gonorrea. Se avverti una sensazione di bruciore quando urini, se noti perdite sbiadite o dall’odore pungente o provi dolore durante i rapporti sessuali, dovresti consultare un ginecologo. È importante anche parlare di sesso sicuro e contraccettivi con i partner.
 
Lo spotting marrone può presentarsi in momenti diversi e coglierti di sorpresa, ma cerca di non preoccuparti troppo. È normale che le perdite cambino colore e consistenza nelle varie fasi del ciclo, anzi, ogni giorno è diverso! Se temi che le tue perdite possano dipendere da una delle condizioni che abbiamo evidenziato, parlane con il tuo medico.
 
Un proteggi slip sottile, intanto, può aiutarti nella vita quotidiana offrendoti comfort e protezione dalle perdite marroni. 

Dichiarazione di non responsabilità medica

Le informazioni mediche riportate in questo articolo sono offerte a scopo puramente informativo e non devono essere utilizzate per effettuare diagnosi o trattamenti. Per avere indicazioni su una condizione patologica specifica, chiedi consiglio a un medico. 



[References]

[1]  https://www.nhs.uk/conditions/menopause/

Continua a leggere

Libresse liner product

Scopri l’intera linea di proteggi slip Nuvenia